Principale > Varicella

Cosa c'è di meglio: un laser o un elettrocoagulatore?

La coagulazione è una tecnica innovativa per combattere la pigmentazione e le verruche. I metodi di coagulazione hardware sono utilizzati in cosmetologia relativamente di recente, ma sono già diventati popolari e richiesti. Le cliniche usano attivamente il laser e l'elettrocoagulazione. Qual è il modo migliore? Quali vantaggi e svantaggi hanno? Con questo capiremo questo articolo.

Tecnica di coagulazione laser

La procedura è ridotta all'esposizione a difetti attraverso un'installazione speciale. I raggi del dispositivo penetrano nel derma, senza danneggiare il tessuto. L'impatto sulla superficie circostante è minimo.

Questa tecnica mostra buoni risultati nella rimozione di emangiomi, macchie di vino, ecc. Per ottenere un risultato di qualità stabile, vale la pena eseguire da due a cinque sessioni. È particolarmente utile per il trattamento del viso, perché non lascia cicatrici. I difetti con cui la coagulazione laser può far fronte sono: couperosi, emangioma capillare, vene varicose, vene varicose, pigmentazione, papillomi.

Inoltre, utilizzando questa tecnica è possibile far fronte a tatuaggi indesiderati.

La procedura ha controindicazioni, che comprendono: gravidanza, allattamento, diabete, tumori, infezioni acute, malattie cardiache, infiammazione della pelle. Se c'è una delle controindicazioni proposte, l'esecuzione della procedura non è possibile. L'esecuzione della coagulazione laser non implica un lungo periodo di riabilitazione e non richiede il ricovero in ospedale.

La procedura è abbastanza indolore.

Coagulazione elettrica

Il metodo si basa sull'impatto sul tessuto mediante corrente elettrica. Con l'aiuto di uno speciale dispositivo elettrocoagulatore, vengono generate correnti alternate e dirette. L'elettrodo riscaldato durante il contatto con la superficie della pelle cauterizza i tumori. Dopo il trattamento, sul sito appare una crosta che impedisce l'infezione e la suppurazione della ferita.

I principali vantaggi della tecnica sono ridotti alla possibilità di eliminare una neoplasia in una sessione e di salvare la neoplasia per l'esame istologico. Per confronto, durante la coagulazione laser, il tessuto evapora e non è possibile trasferire il materiale all'istologia.

  • - la necessità di utilizzare l'anestesia locale;
  • - l'incapacità di eliminare grandi neoplasie;
  • - la possibilità di formazione di cicatrici;
  • - una reazione allergica agli anestetici;
  • - lungo periodo di recupero.

Rispondendo alla domanda: "Qual è il metodo migliore?". Dire che la scelta di un metodo dipende dai problemi da risolvere.

Elettrocoagulazione o laser: che è meglio

La rimozione delle onde radio dei papillomi ha un gran numero di recensioni positive. Pazienti e medici annotano l'efficacia di questo metodo e una bassa probabilità di recidiva. Anche l'elettrocoagulazione e il trattamento laser meritano attenzione, poiché queste tecniche sono testate nel tempo e hanno anche molti punti positivi. Da questo articolo imparerai quale metodo è meglio rimuovere i papillomi e come ognuna di queste procedure viene eseguita.

Cosa causa papillomi

Il papilloma è una malattia della pelle benigna che si verifica a seguito dell'ingestione del papillomavirus umano. È ugualmente influenzato da uomini e donne. La causa più comune di insorgenza è un'immunità indebolita. In breve, il virus del papilloma umano è chiamato HPV.

I papillomi sono pericolosi perché possono svilupparsi in un tumore maligno - in altre parole, una persona troverà il cancro.

Sintomi della malattia

Esternamente, il papilloma assomiglia ad una verruca, di solito su un gambo sottile, ha una superficie irregolare. Questa crescita può apparire ovunque sul corpo umano: sotto il seno di una donna, sul collo, sotto le ascelle, sulle palpebre. Anche i papillomi si verificano sulle membrane mucose: nella gola, nel naso, nella vescica. Tuttavia, il più delle volte questa malattia appare sui genitali.

Le verruche sono anche papillomi. Ci sono tre tipi di verruche. Le verruche banali appaiono sulla pelle dei palmi, suole, intorno alle unghie. Anche in medicina ci sono verruche piane che si possono trovare su viso, collo, schiena e addome. Il terzo tipo è filiforme, compaiono sulla pelle attorno alla bocca e ai seni paranasali.

Luoghi di comparsa di papillomi

Papillomi o verruche possono apparire in qualsiasi persona. È molto facile catturare il papillomavirus umano, a causa del quale appaiono spiacevoli escrescenze sulla pelle. In generale, piccole verruche appaiono sulle mani, sul viso, sulle gambe e persino sulle mucose! Allo stesso tempo, se le neoplasie si trovano vicine l'una all'altra, c'è il rischio di formazione di placche di grandi dimensioni che causano ancora più disagio. Di norma, la sensazione negativa dà l'antipatia di questi dossi sulla pelle, confondono non solo te, ma anche chi ti circonda.

Molte persone sanno che è possibile raccogliere una verruca da qualcuno che ce l'ha già - questa non è finzione. È molto semplice ottenere papilloma sulla mano o sul piede.

Perché il trattamento delle verruche sul piede deve iniziare il più presto possibile, finché non hanno causato una disabilità temporanea.

Molto spesso, i tumori compaiono su:

Dove sono i papillomi meno comuni su:

  • Membrane mucose,
  • La faccia
  • corpo,
  • Organi genitali e zona inguinale

Se hai già tumori, è necessario rimuovere le verruche plantari con un laser o altro metodo qualitativo. Tuttavia, se si vuole evitare l'emergere di nuovi papillomi, quindi cercare di monitorare l'igiene del proprio corpo, utilizzare solo i propri oggetti personali e abbigliamento, e anche cercare di evitare il contatto ravvicinato con le persone malate fino a quando non curano il virus del papilloma umano.

Caratteristiche del trattamento dei papillomi

Il processo di trattamento dei tumori dovrebbe nominare un medico. Per questo motivo, non fidarti dei tuoi cosmetologi della salute o affidarti alla medicina tradizionale. Oltre alla rimozione del papilloma, è necessario eliminare la ragione del suo aspetto: il virus. Fare questo aiuterà solo un trattamento mirato che ti soddisferà in modo specifico.

IMPORTANTE! Il trattamento può essere prescritto solo da un dermatologo. Rimozione di una verruca è un chirurgo esperto di cui fidarsi. Non puoi rifiutare il trattamento completo, in modo da non ferirti o causare la comparsa di nuove verruche. Il costo del trattamento dipenderà solo dal corso di recupero selezionato, così come dalla clinica prescelta e il suo prezzo influirà su questo.

Quindi, se sei confuso dal prezzo del trattamento, puoi essere calmo:

  • Puoi sottoporti a un trattamento, sia nella clinica privata che in quella municipale,
  • La rimozione del papilloma deve essere affidata a una clinica privata, ma allo stesso tempo il costo dell'operazione sarà disponibile per tutti
  • In una clinica gratuita, ti possono essere offerti servizi di escissione per ferite chirurgiche - questa è una procedura gratuita, ma una cicatrice potrebbe rimanere dopo di essa. Altri metodi hanno un effetto estetico.

Il trattamento può essere suddiviso in:

  1. Farmaci. Molto spesso, questo trattamento è volto a migliorare l'immunità, che consente all'organismo di trattare il virus del papilloma umano più probabilmente. Viene anche usata la chemioterapia distruttiva.
  2. Complex. Il metodo più efficace per sbarazzarsi di tumori. Combina l'assunzione di farmaci, il miglioramento dello stato di immunità e la rimozione dei papillomi. Grazie a questo, puoi eliminare molto rapidamente ed efficacemente non solo le verruche, ma anche un virus
  3. Chirurgia. Poiché il virus spesso passa senza l'intervento di medicinali, molti semplicemente rimuovono i papillomi e bevono vitamine. Tuttavia, se il virus rimane nel corpo, le verruche possono apparire nuovamente sulla pelle.

Se stai cercando dove il bambino può rimuovere la verruca, dovresti sapere che questo può essere fatto in qualsiasi clinica in cui vengono eseguite tali operazioni. L'impatto sulla pelle di bambini o adulti non è diverso, tranne che l'anestesia locale viene effettuata per i bambini, perché hanno una bassa soglia di sensibilità.

Rimozione di papillomi

Il papilloma è una crescita della pelle benigna che cresce dall'epitelio squamoso. I papillomi, di regola, hanno l'aspetto di ispessimenti verrucosi su un sottile gambo rosato o brunastro con una consistenza elastica. Le dimensioni dei papillomi vanno da 1 a 8 mm. Una delle principali cause della formazione di papillomi è il papillomavirus umano. I papillomi sono di origine virale e possono essere trasmessi sessualmente e in famiglia da persona a persona. La comparsa di papillomi di solito si verifica con un'immunità debole - dopo un trattamento prolungato con farmaci, stress severo, così come durante la gravidanza e in età avanzata.

I papillomi vengono rimossi per prevenire lesioni e infezioni e, in alcuni casi, per ragioni estetiche. Quando i papillomi compaiono e crescono, la consultazione con un dermatologo per decidere la questione della rimozione è obbligatoria. Prima di procedere con la rimozione dei papillomi, un dermatologo esamina attentamente la pelle del paziente. Se il tumore è papilloma e se non è infiammato o danneggiato, lo specialista inizia la procedura per la sua rimozione.

Quale metodo è migliore

Il medico deve sempre trovare una linea ragionevole tra efficacia e risultato estetico. Il problema qui non è nel metodo, ma nella quantità di intervento - più il tumore è profondo e più largo, meno possibilità di una ricaduta, più il tumore è rimosso superficialmente, più velocemente guarisce, più possibilità di guarire senza formazione di cicatrici, migliore è il risultato estetico.

Separatamente, a proposito di verruche - la ricaduta dopo la distruzione non è necessariamente il risultato di una rimozione "incompleta", verruche - malattia virale, vengono trattate mediante rimozione solo perché non ci sono ancora farmaci antivirali sufficientemente efficaci.

Se un dermatologo o un cosmetologo ha almeno minimi dubbi sulla diagnosi o sulla quantità pianificata di intervento, è necessaria la consultazione di un oncologo prima della rimozione.

Eppure, meglio rimuovere una talpa? Coltello laser o radio? Elettrocoagulazione o chirurgia?

La risposta è semplice: non esiste un metodo migliore, ma i migliori medici ci sono!

Rimozione di papillomi con il dispositivo SURGITRON

La rimozione dei papillomi sul viso, sul collo e in altre parti del corpo utilizzando il dispositivo Surgitron è il metodo più efficiente, indolore e sicuro per l'eliminazione delle varie lesioni cutanee. Il dispositivo "Surgitron" ha un effetto sterilizzante sulla pelle, colpisce solo quelle cellule che dovrebbero essere rimosse senza lasciare segni e cicatrici. L'intervento radiochirurgico consente di evitare grandi perdite di sangue, edema e ogni sorta di complicanze. Il processo di guarigione e recupero avviene molto rapidamente.

Con l'aiuto del dispositivo elettrico "Surgitron" rimosso con successo:

  • papilloma;
  • Dermatofibromas;
  • emangiomi;
  • Whitehead;
  • nevi;
  • mollusco contagioso;
  • verruche;
  • altre neoplasie cutanee.

Descrizione della procedura

Prima della manipolazione, se necessario, viene eseguita l'anestesia locale (iniezione anestetica). Durante la procedura, viene eseguita un'incisione con onde radio utilizzando lo strumento Surgitron. Con l'aiuto di uno speciale filamento di tungsteno - il principale corpo di lavoro dell'apparato - in un unico movimento, papillomi, verruche e talpe vengono rapidamente rimossi.

Rimozione di papillomi mediante laser

La rimozione dei papillomi mediante laser è attualmente uno dei metodi più comuni per sbarazzarsi di questo tipo di tumore. In questa procedura, l'energia laser colpisce i tessuti delle verruche. La forza principale della radiazione è diretta ai microrecipienti, che riforniscono di sangue il neoplasma. Di solito, quando il laser viene rimosso dal papilloma, il paziente avverte solo una leggera sensazione di bruciore. La necessità di procedure ripetute dipende dalla gravità della malattia. La sessione stessa dura, di regola, da 10 a 30 minuti. A volte dopo il processo di masterizzazione, le cicatrici rimangono al posto delle verruche rimosse, il che può essere definito il principale svantaggio del metodo. Tuttavia, la presenza di cicatrici dipende anche dal grado di abbandono della malattia. Spesso, la rimozione di verruche laser viene effettuata utilizzando l'anestesia locale. Si dice che dopo una tale operazione, il paziente ritorni rapidamente alla sua solita vita. Per fare questo, è sufficiente seguire tutte le raccomandazioni del medico.

Fondamentalmente implicano un fallimento per un mese e mezzo da:

  • Facendo un'escursione nel bagno;
  • Escursioni nella sauna;
  • Visite di abbronzatura;
  • Sollevamento pesi;
  • Contatto sessuale (a volte).

Dovresti anche ricordare che la rimozione di papillomi mediante laser non è una soluzione completa al problema. Spesso richiede l'eliminazione del virus stesso, che provoca l'apparizione di tali tumori. Pertanto, insieme alla procedura per la loro rimozione, ha senso seguire un ciclo di trattamento che mira a bloccare l'infezione.

Rimozione di papillomi con azoto

Meno efficace rispetto al metodo laser è il metodo di rimozione delle verruche con azoto. Sebbene questa procedura sia relativamente poco costosa e indolore, la probabilità di ri-comparsa di una neoplasia nello stesso posto è piuttosto grande. L'azoto, che viene utilizzato nella procedura, viene prodotto in impianti speciali, dove viene trasferito dal gas allo stato liquido ad una temperatura di meno 196 ° C. Questo metodo è caratterizzato dal congelamento dei tessuti papilloma mediante esposizione a azoto liquido a bassa temperatura. Una neoplasia viene pressata con un applicatore immerso in un dato fluido, dopo di che collassa e muore. Una ferita nel sito di rimozione del papilloma con azoto di solito guarisce dopo 1-2 settimane.

Inoltre, prima di scegliere l'eliminazione del papilloma in questo modo, è necessario determinare lo stato del sistema immunitario del paziente. A volte al fine di aumentare l'immunità in questo caso, il trattamento è integrato con l'uso di immunomodulatori, una transizione verso uno stile di vita sano. Spesso i medici raccomandano anche l'ozono terapia. Tuttavia, l'alta probabilità di ri-manifestazione dell'infezione è un grande svantaggio della procedura per la rimozione di papillomi con azoto.

Come funziona la tecnica

Quando si raffreddano i tessuti sotto la soglia di stabilità termica, si verifica la loro distruzione. In primo luogo, il tumore inizia a impallidire, dopo pochi minuti si verifica un leggero rossore e gonfiore. Dopo 6-24 ore, apparirà una vescica epidermica con contenuto sieroso (protezione naturale contro le infezioni). Nel corso di diversi giorni, la bolla diminuisce e al suo posto si forma una crosta, dopo la quale appare un tessuto sano e privo di cicatrici.

A seconda della natura della lesione, a volte la procedura deve essere ripetuta ad un certo intervallo.

elettrocauterizzazione

L'elettrocoagulazione è un metodo di distruzione delle lesioni cutanee patologiche mediante corrente elettrica. L'elettrocoagulazione fornisce non solo la rimozione della formazione, ma anche la coagulazione termica dei vasi sanguigni, che esclude il sanguinamento. L'elettrocoagulazione in dermatologia viene utilizzata per rimuovere vari difetti: verruche, papillomi, talpe (nevi), mais, mollusco contagioso, cheratomi, lipomi, ateromi, angiomi, fibromi, corna, xantelasmi, mili, basale, ecc., angina pectoris, febbre, presenza di un pacemaker, intolleranza alla corrente elettrica.

Ferita o non ferita

Uno qualsiasi dei metodi sopra descritti può essere anestetizzato. Per questo è possibile utilizzare l'iniezione (iniezione) o l'applicazione (applicazione di crema anestetica). In alcuni casi, non è richiesta l'anestesia: la rimozione di papillomi molto piccoli con tutti i metodi, la criodistruzione delle verruche o l'uso di Solcoderm sono procedure abbastanza tollerabili.

istologia

Teoricamente, ogni neoplasma rimosso deve essere inviato per l'esame istologico (le sezioni sono fatte dal laboratorio, macchiate dal patologo, dopo aver esaminato la loro struttura cellulare al microscopio, facendo la sua conclusione sulla natura (diagnosi) della neoplasia).

In pratica, il materiale per l'esame istologico rimane sempre con l'escissione chirurgica, così come con la rimozione dei tumori con una "gamba".

Non ha senso inviare tumori all'esame istologico, dove non ci sono dubbi sulla diagnosi, ad esempio, verruche volgari o papillomi (soprattutto se sono multipli).

Cosa succederà dopo

Con la rimozione chirurgica, tutto è chiaro: vestirsi, dopo 4-7 giorni - rimozione delle suture.

Dopo criodistruzione, a causa del congelamento, si forma una bolla più o meno pronunciata. Se la superficie viene trattata con una soluzione al 5% di permanganato di potassio, si ritira rapidamente in una crosta. Se la vescica è troppo grande, è possibile perforarla con un ago sterile e rilasciare il liquido sanguinante contenuto in esso, ma non è necessario rimuovere il coperchio della vescica (se il contenuto non è purulento), agisce come una medicazione.

Con altri metodi di rimozione della crosta, il più delle volte, si forma subito dopo la procedura. I metodi di cura possono essere diversi. Il tempo di guarigione va da alcuni giorni a diverse settimane, a seconda della quantità dell'intervento, della dimensione della neoplasia originale.
Tutti i metodi includono - fino al completamento del processo di guarigione, l'area trattata non ha bisogno di essere bagnata.

Il migliore per rimuovere i tumori: laser o elettrocoagulazione?

Tumori della pelle: una patologia è abbastanza comune e richiede una certa attenzione sia dal paziente che dal dermatologo o dall'oncologo. Da un lato, i tumori benigni, per la maggior parte, sono sicuri per il corpo, ma d'altra parte, il rischio della loro degenerazione maligna è abbastanza alto da permettere al paziente di partecipare alla possibilità della loro rimozione.
La medicina moderna, la dermatologia e l'oncologia offrono una varietà di metodi per la rimozione di tumori benigni della pelle. Di seguito descriviamo i due principali metodi usati per rimuovere talpe, papillomi, verruche e altri tumori della pelle, e forniamo loro una descrizione comparativa.

Quindi, qual è la migliore rimozione laser o elettrocoagulazione?

Rimozione di neoplasie mediante elettrocoagulazione

L'elettrocoagulazione è stata utilizzata in medicina per oltre 50 anni. Ha lavorato bene in chirurgia e ginecologia e poi ha iniziato a essere utilizzata in dermatologia per rimuovere tumori benigni della pelle. La procedura viene eseguita utilizzando corrente elettrica alternata o corrente continua ad alta frequenza. Gli effetti della temperatura influenzano le cellule del neoplasma e, attraverso i microtraumi, influenzano l'acqua nello spazio intercellulare. L'acqua evapora. Dopo la procedura, si forma una crosta sul sito del tumore, pochi giorni dopo scompare e al suo posto rimane una macchia bianca appena visibile. Nel tempo, il colore della pelle si attenua.

Con l'aiuto dell'elettrocoagulazione, patologie come quelle possono essere rimosse:

  • voglie;
  • verruche;
  • papilloma;
  • emangiomi;
  • verruche;
  • ateroma.
Questo metodo è adatto per la rimozione di tumori in qualsiasi area aperta: viso, collo, braccia, gambe. Tuttavia, gli esperti raccomandano l'elettrocoagulazione solo per piccole crescite fino a 1 cm.

Come è la procedura?

Prima di iniziare la rimozione, il medico cura e pulisce la pelle e inietta un anestetico. La procedura dura non più di 15 minuti. Le neoplasie convesse (ad esempio, verruche, ateromi, papillomi) vengono rimosse a strati usando un elettrodo a forma di coltello o ansa. Formazioni piatte (ad esempio, talpe, emangiomi, verruche piane) sono cauterizzate in più fasi. Per questo, viene utilizzato un altro elettrodo - nella forma di una palla. Ogni strato viene rimosso con molta attenzione, se possibile, senza toccare tessuti sani. Se il tumore si trovasse negli strati più profondi della pelle, dopo la rimozione potrebbe rimanere la fossa.

Dopo la rimozione, è molto importante che il paziente controlli la ferita. Non strappare la crosta, come può rimanere una cicatrice. Ogni giorno è necessario gestire il luogo di rimozione con una soluzione speciale o unguento, che il medico consiglierà. La guarigione completa può essere osservata dopo 12-14 giorni. Durante questo periodo, la crosta dovrebbe cadere da sola, al suo posto ci sarà uno speck bianco, che nel tempo si fonderà con il colore della pelle.

Nella maggior parte dei casi, è necessaria un'unica procedura per rimuovere piccole crescite. La crescita rimossa viene inviata per esame istologico per determinare se fosse maligna.

  • Procedura sicura e senza sangue;
  • Rimozione su qualsiasi parte della pelle;
  • La velocità di esecuzione.
  • Anche la pelle vicino alla neoplasia sarà elettrogelata;
  • Dopo la rimozione, sono possibili buche e rientranze nella pelle;
  • Lungo periodo di guarigione;
  • Esistono controindicazioni: epilessia, diabete, malattie infettive, malattie del sangue.
Il costo medio dell'elettrocoagulazione, a seconda delle dimensioni della neoplasia, della categoria di complessità e posizione, può variare da 300 a 2000 rubli.

Rimozione laser di tumori

Il laser ha acquisito un uso diffuso in medicina dagli anni '80 del XX secolo. Negli ultimi anni, è attivamente utilizzato sia in chirurgia che in cosmetologia. La rimozione di papillomi e talpe usando un laser è diventata una vera scoperta e salvezza per molti. L'essenza del metodo negli effetti laser puntati sul tumore. Il fascio evapora i tessuti del build-up e sigilla i vasi che lo alimentano, mentre la pelle sana attorno ad essa non viene danneggiata.

Questo metodo viene utilizzato per rimuovere:

  • nevi;
  • papillomi;
  • verruche;
  • ateroma;
  • fibromi;
  • verruche;
  • emangiomi;
  • igromi;
  • lipomi;
  • corno cutaneo;
  • xanthelasma;
  • cheratite.
Questo è il metodo più richiesto per la rimozione di tumori su qualsiasi parte del corpo, in punti difficili da raggiungere e sulle mucose. La dimensione del build-up non ha importanza.

Come è la procedura?

Prima che la procedura laser non abbia bisogno di un addestramento speciale, tutto viene fatto su base ambulatoriale. Per cominciare, il medico cura la pelle, quindi inietta l'anestesia locale. Dopo pochi minuti, procede alla terapia laser. In media, dura da 10 a 15 minuti, a seconda della forma e della dimensione del tumore. Dopo il trattamento con laser, si forma una crosta caratteristica nel sito della neoplasia.

A seconda delle dimensioni della neoplasia, la ferita può guarire da 7 a 10 giorni. La procedura laser è minimamente invasiva e il danno tissutale è minimo, quindi la guarigione è più veloce. Il rischio di infezione durante la procedura è ridotto a zero, perché il laser evapora i tessuti della neoplasia e allo stesso tempo sigilla i vasi sanguigni, disinfettando così la ferita.

Vantaggi della rimozione laser:

  • La velocità e l'indolenza della procedura;
  • Breve periodo di recupero;
  • Digitopressione, i tessuti attorno alla crescita non sono danneggiati;
  • Procedure di sicurezza;
  • Dopo la rimozione, non rimangono cicatrici o cicatrici sulla pelle.
  • la qualità della procedura dipende dalle qualifiche del medico e dalla buona attrezzatura;
  • è importante seguire rigorosamente tutte le raccomandazioni del medico dopo la rimozione;
  • per neoplasie grandi o multiple, possono essere necessarie diverse procedure.

Ci sono anche una serie di controindicazioni per la terapia laser:

  • Malattie cardiache;
  • Diabete mellito;
  • Fase acuta di malattie croniche;
  • la gravidanza;
  • Eruzione cutanea infettiva sulla pelle
I prezzi medi per la rimozione dei tumori con un laser sono determinati in base al tipo, alle dimensioni, alla gravità, alla diffusione singola o multipla sulla pelle. Il costo può variare da 300 a 12.000 rubli.

È meglio rimuovere voglie, papillomi e verruche: con il laser o con l'elettrocoagulazione?

Se ci sono neoplasie sul corpo che causano disagio estetico o preoccupazione, è necessario consultare un medico, un oncologo o un dermatologo.

Data la forma, le dimensioni, la posizione e altre caratteristiche della crescita, il medico determinerà se la rimozione è necessaria e cosa è meglio prescrivere: la terapia laser o l'elettrocoagulazione. Notiamo ancora che l'elettrocoagulazione è adatta per neoplasie di piccole dimensioni, a sua volta il laser può far fronte a crescite di 3-4 cm Il periodo di guarigione della ferita dopo elettrocoagulazione può richiedere fino a 14 giorni, la rimozione laser è meno traumatica, quindi le ferite guariscono per un massimo di 10 giorni. Dopo la rimozione mediante elettrocoagulazione, una macchia bianca può rimanere o una fossa sulla pelle, col tempo, crescerà e diventerà normale colore della pelle. Dopo la rimozione del laser raramente rimangono punti visibili, e tanto più non ci sono cicatrici e cicatrici, con cura della ferita corretta.

In ogni caso, il metodo di rimozione dei tumori deve essere discusso con il medico.

Elettrocoagulazione o laser - che è meglio per rimuovere i tumori

Le spaventose statistiche delle malattie oncologiche spingono i ricercatori a sviluppare trattamenti più sofisticati e più sicuri. Per rimuovere le neoplasie cutanee, vengono spesso utilizzati metodi di escissione elettrica della crescita patologica mediante elettrocoagulazione o trattamento laser. Entrambe le tecnologie hanno le loro caratteristiche di applicazione, vantaggi e svantaggi.

Caratteristiche dell'elettrocoagulazione

Questo è un metodo classico di impatto elettrico, in cui i tumori piatti sono "bruciati" da un elettrodo a sfera, e quelli sporgenti con uno speciale coltello termico, di solito sotto forma di un cappio, che stringe la crescita alla base e la taglia. Questa tecnica ha dimostrato un'elevata efficienza in dermatologia, chirurgia e ginecologia. È stato utilizzato per più di 50 anni e in alcuni casi rimane incontestato.

Caratteristiche del metodo laser

Anche la rimozione laser dei tumori si basa sul principio dell'esposizione al calore, tuttavia è profonda e di breve durata. Questa tecnologia è una modifica più moderna dell'elettrocoagulazione. Ha molti vantaggi, tra cui un elenco più ampio di indicazioni, meno traumi e recupero postoperatorio rapido.

Cosa è comune?

Il principale meccanismo per rimuovere i tumori risiede nell'uso di flussi di calore, che possono essere creati sia dalla corrente elettrica che dalla radiazione laser. Il calore porta all'evaporazione dell'acqua nei tessuti, a causa della quale gradualmente si consumano. Entrambi i metodi sono caratterizzati da una vasta gamma di indicazioni e possono essere raccomandati per la rimozione di tali crescite patologiche come verruche, papillomi, condilomi, ateromi, vene varicose, cheratomi, emangiomi, ecc.

Entrambe le procedure sono piuttosto dolorose, dal momento che implicano la comparsa di una bruciatura sull'epidermide. Per ridurre al minimo il disagio, è indicata l'anestesia locale. La durata totale della rimozione del tumore non supera i 15 minuti, indipendentemente dal metodo scelto. Gli effetti di tali procedure sono gli stessi:

  • Nei primi giorni possono persistere rossore, gonfiore e leggera tenerezza sulla palpazione della ferita.
  • Una ferita scura con una caratteristica crosta appare nel punto di escissione, che dovrebbe essere regolarmente trattata con antisettici fino a quando non è completamente guarita.
  • Dal momento che durante la procedura, l'esposizione termica colpisce ancora i tessuti sani che circondano il tumore, quindi cicatrici minori possono apparire al suo posto in futuro.
  • Il rischio di infezione della ferita rimane.

Qual è la differenza?

Nonostante il generale meccanismo termico di distruzione dei tessuti, queste procedure presentano differenze significative. L'elettrocoagulazione comporta l'esposizione a un campo elettrico costante, cioè è necessario assicurarsi che l'elettrodo riscaldato tocchi la pelle. Per rimuovere le formazioni piatte e convesse, viene utilizzato un ugello con una palla, che viene spostato lungo la pelle fino a quando le strutture patologiche sono completamente distrutte.

Nel caso di crescita "sulla gamba" usando un cappio ad anello, con il quale è semplicemente stretto alla base e bruciato. Uno dei vantaggi di questo metodo è l'immediata "saldatura" dei vasi sanguigni, che riduce significativamente il rischio di infezione.

L'effetto laser è convenzionalmente chiamato senza contatto, poiché l'elettrodo produce solo un raggio che tocca già l'epidermide. Tuttavia, è ancora doloroso e richiede un'anestesia preventiva. In questo caso, viene utilizzato un campo alternato ad alta frequenza, che penetra in profondità nel neoplasma, accompagnato da una distribuzione uniforme sugli strati cellulari.

Un'altra differenza caratteristica è l'ordine della biopsia per valutare il quadro istologico del tessuto interessato. Con un normale effetto elettrico, un campione può essere prelevato sia prima che dopo la procedura, mentre la radiazione laser distrugge completamente le cellule, quindi una biopsia viene eseguita in anticipo.

Sebbene si ritenga che il laser abbia meno controindicazioni rispetto all'elettrocoagulazione, la possibilità di utilizzare una particolare tecnica è determinata rigorosamente su base individuale.

Cosa è meglio scegliere?

Entrambe le tecnologie sono moderne e minimamente invasive, quindi la scelta di un particolare viene effettuata secondo le singole indicazioni. Ma nella maggior parte dei casi, i medici li raccomandano come segue:

  • Elettrocoagulazione: con tumori piatti con un'area fino a 1 cm e con escrescenze sulle gambe.
  • Laser - con neoplasie profonde piatte con un diametro fino a 4 cm, nonché, se necessario, effetti puntini, ad esempio per rimuovere vene varicose o tatuaggi.

Quest'ultimo metodo è ancora considerato più progressivo se non altro perché il tempo medio di guarigione della ferita postoperatoria è di 7-10 giorni, mentre nel caso della procedura classica è di 10-15 giorni. Naturalmente, la correzione laser è almeno il 50% più costosa, tuttavia, a volte non ha alternative, ad esempio, quando la crescita è chiusa da pieghe della pelle e l'uso di un coltello ad anello porterà a massiccia traumatizzazione dei tessuti vicini.

Elettrocoagulazione: la bellezza può essere senza vittime

Dalla metà del XX secolo, la pratica dell'elettrochirurgia, l'uso di strumenti che convertono la corrente ad alta frequenza in energia termica per riscaldare i tessuti corporei e la loro successiva distruzione, è stata attivamente sviluppata in medicina. Uno dei metodi di elettrochirurgia è l'elettrocoagulazione (cauterizzazione).

La sua essenza risiede nel fatto che l'istantanea riscaldata da una sonda corrente come se saldasse l'area interessata della pelle o della mucosa. Ciò porta alla coagulazione delle proteine ​​del sangue e all'ulteriore essiccamento e alla fine del fuoco patologico. Allo stesso tempo, l'alta temperatura scioglie i bordi dei vasi e, quindi, impedisce il sanguinamento e l'introduzione di infezioni.

Dove viene utilizzata l'elettrocoagulazione

Questo metodo è mostrato principalmente nei casi in cui un paziente ha erosioni, cellule tissutali alterate, tumori della pelle, nonché nella chirurgia addominale per fermare il sanguinamento o prevenire la loro minaccia.

Aree di applicazione:

  • dermatologia e medicina estetica - rimozione di verruche, moli, verruche, maglie capillari, peli superflui, tatuaggi;
  • ginecologia: localizzazione e guarigione di siti erosivi della cervice;
  • Pratica ENT: eliminazione dei papillomi, restringimento del lume degli organi;
  • oncologia: la distruzione dei tumori dello stomaco e delle mucose;
  • neurochirurgia - trombosi vascolare;
  • proctologia - cauterizzazione delle emorroidi;
  • Odontoiatria - essiccazione cellulare per l'infiammazione delle gengive.

Metodo di elettrocoagulazione nella cosmetologia moderna

Nella cosmetologia moderna, questo metodo è più spesso utilizzato per rimuovere i tumori indesiderati sulla pelle, quali: voglie, papillomi, verruche, condilomi, acne, calli e molti altri.

L'elettrocoagulatore del dispositivo può essere confrontato con un saldatore. Solo a seconda dello scopo dell'impatto e della dimensione della superficie da trattare, la sua punta può assumere la forma di un ago, un anello, una palla, un disco o una pinza. Una punta a forma di anello viene utilizzata per rimuovere crescite indesiderate dalla pelle.

Poiché l'effetto termico può essere abbastanza tangibile, il medico applica l'anestesia locale. Quindi, toccando l'elettrodo del coagulante e regolando la profondità dell'impatto, cauterizza l'area necessaria e il tessuto attorno ad esso. La procedura dura, a seconda della complessità, da pochi secondi a 20 minuti. Di solito, la rimozione delle verruche mediante elettrocoagulazione e altre piccole crescita richiede da 2 a 7 minuti.

La rimozione di verruche, talpe, papillomi mediante elettrocoagulazione segue lo stesso scenario. Dopo la rimozione delle talpe mediante elettrocoagulazione, si forma una crosta secca che alla fine scompare (questo può richiedere diverse settimane). La crosta formata non può essere toccata, bagnata o, inoltre, strappata indipendentemente. La pelle o la mucosa nel sito della lesione diventeranno prima più sottili e più leggeri e assumeranno quindi un aspetto normale. L'area interessata deve essere trattata ogni giorno secondo le raccomandazioni del medico che ha eseguito la procedura.

La rimozione dei papillomi mediante elettrocoagulazione deve essere accompagnata da un ciclo di farmaci antivirali e immunizzanti. Questo è necessario per prevenire un ulteriore sviluppo del papillomavirus.

Se il tumore era piccolo, non ci sarà traccia dopo la sua rimozione. Nel caso di crescita su larga scala, può rimanere una piccola cicatrice, che è facilmente mascherata da una fondazione.

Controindicazioni

Sebbene l'elettrocoagulazione sia considerata relativamente sicura e innocua, ci sono diverse condizioni quando è vietata:

  • problemi con la coagulazione del sangue;
  • sospetto cancro;
  • esacerbazione di qualsiasi malattia cronica;
  • eruzioni erpetiche;
  • allergia agli anestetici locali;
  • reazione del corpo alle procedure che coinvolgono l'elettricità;
  • malattia mentale;
  • nella pratica ginecologica, la cauterizzazione dell'erosione della cervice non produce donne non nate.

Elettrocoagulazione o laser - che è meglio?

Molto spesso, un laser viene utilizzato per rimuovere papillomi e altre neoplasie. Per rispondere alla domanda: elettrocoagulazione o laser - che è meglio, consideriamo i vantaggi e gli svantaggi di entrambi i metodi.

Vantaggi dell'elettrocoagulazione:

  1. Durante la procedura si verifica l'elettrocoagulazione dei vasi (saldatura istantanea). Questo previene l'infezione della ferita e il possibile sviluppo di sanguinamento.
  2. L'elettrocoagulazione consente di rimuovere le crescite indesiderate in un'unica sessione.
  3. Il tessuto rimosso può essere somministrato per l'esame istologico.
  4. Non è necessario ricovero prolungato, la procedura viene eseguita da un cosmetologo in clinica, dopo di che il paziente viene rimandato a casa.
  5. L'elettrocoagulazione ha un effetto disinfettante, quindi non sono necessari antisettici aggiuntivi.

Vantaggi della terapia laser:

  1. Elevata precisione d'impatto.
  2. Minimo danno alla pelle adiacente.

Svantaggi della laserterapia:

In contrasto con la procedura di elettrocoagulazione, la terapia laser è molte volte più costosa. Inoltre, le neoplasie rimosse con un laser non possono più essere inviate per analisi aggiuntive, poiché il tessuto è completamente distrutto.

Un'altra importante differenza tra laser ed elettrocoagulazione è che il primo metodo non può essere sempre utilizzato su pelle scura e in relazione a escrescenze sporgenti.

Svantaggi dell'elettrocoagulazione:

Oggi un certo numero di medici ritiene che l'elettrocoagulazione sia già superata. Come argomenti, lo chiamano un dolore e un trauma, un periodo piuttosto lungo di guarigione e guarigione e l'esistenza del rischio di cicatrici.

Quale metodo è migliore: elettrocoagulazione o laser

L'ideale di tutte le donne, senza eccezione, e la maggior parte degli uomini moderni, è la pelle pulita. Pertanto, praticamente in ciascuno dei saloni ora offrono servizi come l'elettrocoagulazione e la rimozione laser di difetti estetici. Ogni centro pubblicizza attivamente il proprio metodo per rimuovere le imperfezioni della pelle.

In realtà, non sono così diversi, se non si tiene conto del lato tecnico del problema. Per rendere più facile per te prendere una decisione, abbiamo raccolto tutte le informazioni importanti su entrambi i metodi in un'unica tabella.

Mi chiedo cosa sia meglio la biorivitalizzazione, il laser o l'iniezione? Leggi qui

Leggi le recensioni sul massaggio GPL a questo indirizzo.

Elettrocoagulazione o laser: quale è meglio?

La presenza di neoplasie benigne sul corpo e sul viso non è una frase. Crescite indesiderate e punti rossi possono essere completamente eliminati in una sola procedura. Scegliere il modo migliore per rimuovere papillomi, talpe, verruche, ecc., Passare alla cosmetologia moderna: è possibile utilizzare l'elettrocoagulazione o un laser. Entrambi i metodi sono ugualmente efficaci e la scelta tra loro è determinata dalle tue preferenze.

elettrocauterizzazione

Questo metodo per rimuovere le escrescenze sulla pelle è il più vecchio. È stato utilizzato dalla metà del 20 ° secolo. E allo stesso tempo, il fatto che l'elettrocoagulazione abbia raggiunto i nostri giorni parla già della sua praticità. Per sbarazzarsi di papillomi, talpe, calli, ecc., Si ottiene un punto cauterio e il dispositivo stesso ricorda un ferro saldante. Salda l'area interessata della pelle o della mucosa, dopo di che si forma una crosta al posto della crescita rimossa e accanto ad essa, che alla fine scompare. I nuovi tessuti nell'area trattata sono inizialmente più sottili e più leggeri rispetto a quelli vicini, ma presto diventano normali.

Nota: questa procedura richiede un'anestesia preventiva. Se il tumore è piccolo, non ci sarà traccia di esso dopo l'elettrocoagulazione. Dopo la rimozione di una grande crescita, rimarrà una piccola cicatrice, che, tuttavia, è facilmente mascherata.

Dopo aver eliminato la neoplasia, la pelle nella zona di correzione dovrebbe essere processata ogni giorno fino a quando la crosta scompare. Come prendersi cura di questo sito, il medico te lo dirà.

Coagulazione laser

In questo caso, la crescita viene distrutta sotto la direzione della trave. È come se bruciasse una neoplasia, ma tutto accade così velocemente e al punto che il rischio di danneggiare i tessuti vicini sani è completamente assente. Per quanto riguarda il dolore, il paziente avverte poco disagio. Se hai la pelle molto sensibile, il medico la tratterà con anestesia prima della procedura.

Elettrocoagulazione o laser: quale è meglio?

Vantaggi e svantaggi dell'elettrocoagulazione

Se si desidera ridurre al minimo il costo di una procedura cosmetica, utilizzare il metodo classico di eliminazione delle escrescenze. Tuttavia, se la neoplasia viene rimossa mediante elettrocoagulazione, i tessuti adiacenti saranno leggermente interessati.

Vantaggi e svantaggi dell'esposizione laser

Questo è un metodo più moderno. È più costoso, ma viene eseguito puntualmente e eseguito più velocemente. Questo vale sia per la procedura che per la guarigione del tessuto dopo di esso. Come accennato in precedenza, le cellule sane vicine non saranno danneggiate. E, cosa più importante, dopo l'elettrocoagulazione, le cicatrici nell'area danneggiata non appariranno nemmeno dopo la rimozione di grandi crescite.

Oltre all'alto costo della procedura, la coagulazione laser presenta altri due svantaggi, uno dei quali è di fondamentale importanza. Eliminando le imperfezioni esterne, non è possibile passare il tumore per l'analisi, poiché non vi sarà nulla da inviare: il tessuto è completamente distrutto. Con l'elettrocoagulazione questo non accadrà. Inoltre, non è possibile rimuovere ogni volume di crescita con un laser. E se hai la pelle scura, l'uso di apparecchi moderni può causare ustioni.

Opinione unica, il migliore per rimuovere talpe: elettrocoagulazione o laser - non esiste. Scegli tu stesso la risposta a questa domanda.

Restrizioni per le procedure

L'elettrocoagulazione non è effettuata in presenza delle seguenti controindicazioni:

  • scarsa coagulazione del sangue;
  • sospetto cancro;
  • esacerbazione di malattie croniche, dal momento che il corpo non ha bisogno di ulteriore stress;
  • allergia agli antidolorifici locali;
  • scarsa reazione del corpo agli effetti dell'elettricità;
  • la presenza di un pacemaker;
  • malattia mentale;
  • herpes.

La coagulazione laser non è effettuata con tali controindicazioni come:

  • lesioni locali alla pelle, comprese le eruzioni cutanee;
  • ipertensione acuta;
  • herpes;
  • aumento della temperatura corporea;
  • sospetto di cancro

Qualche domanda? Chiedi loro al nostro specialista online e risponderemo a loro prontamente!

È meglio rimuovere talpe in una persona con un laser o elettrocoagulazione?

1 modi per rimuovere un nevo

Spesso, i nevi possono causare disagio, e poi c'è il desiderio di liberarsene. A casa, questo non può essere fatto, quindi è necessario cercare l'aiuto di un medico che condurrà speciali procedure diagnostiche.

Sono necessari per scegliere i modi giusti per rimuovere le talpe, perché non puoi semplicemente sbarazzartene. Dovresti andare a un consulto con un dermatologo o un oncodermatologo che svolge le seguenti attività:

  1. Esame del paziente.
  2. Ispeziona la talpa.
  3. Se necessario, prendere il materiale per l'esame.
  4. Consegna di analisi

Questo è necessario per capire quali metodi di rimozione delle talpe saranno più efficaci in un modo o nell'altro.

Ci sono diversi modi per rimuovere le talpe: elettrocoagulazione o laser, rimozione dell'azoto, chirurgia. I nevi che crescono, crescono, si infiammano, le ferite sono soggette a rimozione. Inoltre, se appaiono nuove talpe o sono maligne, devono essere rimosse.

2 Elettrocoagulazione di moli

L'essenza del metodo di rimozione di un nevo consiste nell'eliminare la formazione utilizzando una corrente elettrica. L'elettrocoagulazione di talpe consente di controllare la profondità della penetrazione di corrente al fine di rimuovere completamente le cellule e di eliminare i tumori maligni. Questo metodo è buono quando una persona ha le verruche, il papillomavirus umano si sviluppa e le verruche genitali sono comparse sul corpo. Inoltre, questo metodo è eccellente per tali malattie di talpe o altre malattie della pelle come:

  • cosiddette vene di ragno;
  • ateroma;
  • emangiomi;
  • vasi dilatati sul viso;
  • effetti complessi dell'acne.

L'elettrocoagulazione viene utilizzata per eliminare talpe sul viso, sulle gambe o sulle braccia, sul collo, sulla testa e su altre parti del corpo.

Trattamento termico, o cauterio, talpe si verifica sotto l'influenza della corrente elettrica, che consente di tagliare un nevo, con conseguente una crosta secca al suo posto dopo la rimozione. Quando scompare, non c'è traccia dell'operazione eseguita su questa parte del corpo. A volte ci possono essere dei piccoli granelli, ma passano dopo alcuni mesi.

Molte sessioni per eliminare talpe in questo modo non sono necessarie, di solito una volta è sufficiente. Tagliare il nevo inviato per analisi istologiche per stabilire se la talpa era maligna. Se sono state trovate cellule di natura patologica, la coagulazione aiuta a controllare la situazione con i tessuti.

La coagulazione elettrica viene effettuata utilizzando corrente alternata o continua, utilizzando vari elettrodi che si differenziano per forma.

Tra i vantaggi della procedura, vanno segnalati i seguenti fattori:

  1. Si verifica la coagulazione di tutti gli strati di tessuto.
  2. C'è una coagulazione del sangue, che protegge la pelle dalle infezioni e dal sanguinamento.
  3. Non c'è bisogno di usare l'anestesia.
  4. Posizionare talpe cutles guarisce entro 10 giorni (questo è il periodo massimo).
  5. La pelle sotto un nevo diventa rosa e col tempo assume un colore normale.
  6. Quando è necessario rimuovere le vene dei ragni, vengono utilizzati elettrodi per capelli, che possono essere inseriti nella pelle a una profondità di 1 mm.

3 Cauterizzazione laser

Questo è uno dei metodi più popolari per la rimozione delle talpe, che viene effettuato sia in anestesia locale che senza. Tutto dipende dal desiderio del paziente e dalle indicazioni che il medico osserva. L'essenza della procedura è di rimuovere la talpa in strati, che è associata alla penetrazione dei raggi nella pelle. In questo caso, i tessuti non sono assolutamente feriti e la superficie circostante non viene influenzata negativamente. Come risultato di tale operazione, una depressione rimane in una certa area della pelle. Dopo un po ', questa fossa comincia ad appiattirsi. L'eliminazione di un nevo con un laser richiede 5 minuti e occorrono circa due settimane per il recupero.

Il metodo laser viene utilizzato per eliminare imperfezioni o emangiomi, oltre a difetti come papillomi, vene varicose, vene varicose, macchie di pigmento, rosacea e cheratosi seborroica.

Il metodo è spesso usato per eliminare i tatuaggi. In contrasto con l'elettrocoagulazione, per eliminare completamente le talpe con un laser, è necessario completare un corso composto da diverse sessioni. Di solito è necessario passare da 2 a 5 procedure. Ottimo per eliminare i nevi su varie parti del corpo, anche sul viso. Le cicatrici dopo la procedura non rimangono.

Le operazioni laser non sono effettuate alla presenza di tali controindicazioni come:

  1. La presenza di infiammazioni di diversa natura in un luogo che deve essere trattato con una trave.
  2. Malattie cardiache
  3. Tumori.
  4. Il diabete mellito.
  5. Infezioni che sono passate nella fase acuta.
  6. Gravidanza.
  7. Allattamento.

Non è richiesto il ricovero nel trattamento di talpe con un laser, poiché l'operazione viene eseguita rapidamente. Il recupero non è lungo e, se si presentano dei difetti, vengono rapidamente eliminati dagli specialisti. Non si presentano complicazioni.

Considerando la forma e la particolarità del nevo, il medico decide se è meglio rimuovere le talpe - laser o elettrocoagulazione. Il laser è ottimo per rimuovere le talpe dalla pelle che hanno un diametro di 2 o 3 cm. Se sono comparse formazioni come condilomi, papillomi, cheratomi o talpe che si innalzano sopra la superficie della pelle, viene utilizzata la coagulazione elettrica.

In alcuni casi, le operazioni hanno conseguenze negative. In primo luogo, può verificarsi un piccolo urto, che deve essere esaminato da un medico per escludere il melanoma. In secondo luogo, c'è un sigillo, simile a un tumore maligno. Terzo, potrebbe essere un gonfiore. Quarto, la temperatura sale, che di solito, come il gonfiore, scompare dopo pochi giorni.

Dopo le operazioni per eliminare le talpe, è importante passare correttamente il periodo di riabilitazione:

  1. Non bagnare il taglio per 5 giorni.
  2. Non è consigliabile stare a lungo al sole. Posizionare un taglio di un nevo per chiudere e applicare la protezione solare.
  3. È severamente vietato aprire una crosta secca.
  4. Non usare cosmetici per una settimana. Questo vale sia per i cosmetici che per i cosmetici.

Il tasso di guarigione dell'area danneggiata, così come la riduzione al minimo delle complicazioni per lo stato di salute, dipende dal fatto che il periodo di riabilitazione sia osservato o meno. Ciò riguarda, ad esempio, la penetrazione di infezioni, germi e batteri che sono pericolosi per il corpo umano sotto la pelle.

Elettrocoagulazione in cosmetologia

In chirurgia e ginecologia, il metodo di elettrocoagulazione è stato utilizzato a lungo con l'obiettivo di dissezionare i tessuti, arrestando il sanguinamento dai piccoli vasi durante l'intervento chirurgico, la cauterizzazione dell'erosione cervicale, la rimozione di polipi e condilomi nei genitali esterni. Un po 'più tardi, è stato utilizzato in dermatologia e cosmetologia per rimuovere verruche, papillomi e altri difetti.

Cos'è l'elettrocoagulazione dei tessuti biologici

L'elettrocoagulazione terapeutica è un metodo chirurgico di esposizione alla temperatura del tessuto patologico utilizzando una corrente elettrica continua o alternata ad alta frequenza. Di conseguenza, la distruzione e la precipitazione delle proteine, e di conseguenza - la distruzione del tessuto vivente con la formazione di una crosta (tessuto necrotico, morto). Quando si utilizza corrente ad alta frequenza, questo metodo di elettrocoagulazione è chiamato diatermocoagulazione.

Il meccanismo di influenza della corrente elettrica sul tessuto vivente durante il suo passaggio è espresso nei seguenti tipi di effetti:

  • termico, che si manifesta in un'ustione a causa del riscaldamento alle alte temperature;
  • elettrodinamica: rottura improvvisa di cellule e tessuti a causa del vapore formatosi durante il riscaldamento del liquido interstiziale, della linfa e del sangue;
  • fisico-chimico: la distruzione dei legami fisico-chimici;
  • biologico - una violazione dei processi bioelettrici, così come l'irritazione dei tessuti intatti circostanti, che stimola i processi di rigenerazione.

La procedura di elettrocoagulazione viene eseguita da elettrodi mono o bipolari speciali. Nel metodo monopolare, un elettrodo inattivo sotto forma di piastra o lamina di piombo viene posto sotto il gluteo, la coscia o altra parte del corpo e l'elettrodo attivo viene manipolato. Gli elettrodi possono essere di varie dimensioni e forme - nella forma di un ago, un coltello, un cappio diritto o ricurvo, una palla. Sono collegati a un dispositivo che funziona in diverse modalità, a seconda della forma delle onde generate:

  • lungo, con un effetto prevalentemente tagliente; Questa modalità è usata per sezionare la pelle e le strutture sottocutanee e per rimuovere o tagliare le lesioni patologiche che sporgono significativamente sopra la superficie della pelle o hanno una gamba (verruche, fibromi);
  • più corto, con effetto principalmente cauterizzante; utilizzato allo scopo di distruzione di papillomi piatti, emangiomi, teleangectasie, segni di nascita, verruche genitali, tatuaggi, ecc.

Tecnica di procedura

La durata della procedura richiede da alcuni secondi a un minuto. L'area interessata viene pretrattata con una soluzione antisettica. A causa del dolore viene eseguita l'anestesia locale. Il difetto che sporge sopra la pelle viene rimosso con un elettrodo sotto forma di un cappio o di un coltello.

Formazioni che sono a filo con la superficie della pelle o leggermente sollevate sopra di esso vengono rimosse dalla cauterizzazione in 2-3 dosi con un appartamento o nella forma di un elettrodo a sfera. Ogni strato viene rimosso con cura, e quando si forma una depressione, i bordi del difetto sono anche levigati dalla cauterizzazione. In questo caso, la procedura può durare 5-15 minuti. La necrosi delle formazioni puntuali (emangiomi, teleangectasie di piccolo diametro, ecc.) Viene eseguita con l'aiuto di un elettrodo a forma di ago.

La crosta formata prima del suo rigetto viene quotidianamente trattata con una soluzione di permanganato di potassio al 5%. Si sconsiglia di rimuovere la "crosta" per evitare la suppurazione e la formazione di cicatrici. La completa guarigione dura 8-12 giorni, durante i quali la crosta cade da sola. Il sito del difetto dopo l'elettrocoagulazione delle cicatrici non rimane quasi mai.

Coagulazione video di vasi con rosacea

Rimozione delle talpe mediante elettrocoagulazione

Vantaggi e svantaggi del metodo

  • facilità d'uso ed efficacia;
  • basso costo del dispositivo per elettrocoagulazione e procedura;
  • sicurezza e traumi minori;
  • possibilità di applicazione su qualsiasi parte del corpo, anche sul viso;
  • nessuna necessità di preparazione speciale del paziente;
  • sessione simultanea e possibilità di trattenerlo a livello ambulatoriale;
  • la possibilità di controllo visivo dell'area e profondità di impatto (in contrapposizione alla criodistruzione);
  • nessun sanguinamento dovuto alla coagulazione simultanea di piccoli vasi;
  • la possibilità di un ulteriore esame istologico dell'istruzione a distanza per identificare le cellule tumorali;
  • eliminazione del rischio di infezione e introduzione di cellule tumorali (se presenti) nel sangue e nei tessuti adiacenti come risultato della procedura.

Gli svantaggi sono

  • la necessità di anestesia locale;
  • la durata del periodo di guarigione;
  • la necessità di un trattamento frequente della superficie della ferita;
  • coinvolgimento nella reazione termica del tessuto circostante circostante;
  • durata delle sensazioni dolorose.

Possibili complicazioni dopo l'elettrocoagulazione

  1. Ferite sanguinanti
  2. Suppurazione della ferita con rifiuto prematuro accidentale o intenzionale della crosta.
  3. Formazione di una zona cicatrice o depigmentazione poco appariscente sotto forma di una macchia luminosa.

Indicazioni e controindicazioni per l'uso

Il metodo di elettrocoagulazione in cosmetologia e dermatologia con finalità estetiche e terapeutiche è utilizzato in presenza di:

  1. Verruche genitali
  2. Papillomi e calli secchi.
  3. Verruche sulla superficie plantare dei piedi.
  4. Neoplasie sulla gamba (xantelasma, fibroma, verruche).
  5. Mollusco contagioso
  6. Ateromi, lipomi e cheratomi dell'età.
  7. Birthmarks.
  8. Emangiomi e "stelle" vascolari.
  9. Cicatrici grossolane ipertrofiche e cheloidi, tatuaggi.
  10. Milium, acne cistica e rosacea.

Principali controindicazioni

  1. Sospetto neoplasma maligno.
  2. Malattie infettive acute
  3. Eruzioni erpetiche.
  4. Epilessia e altri disturbi mentali.
  5. Il diabete mellito.
  6. disturbi emorragici e malattie del sangue.
  7. La presenza di un pacemaker.
  8. Reazioni allergiche all'introduzione di farmaci anestetici locali.
  9. Ipersensibilità individuale alla conduzione di procedure elettriche.
  10. Esacerbazione di malattie somatiche croniche.

Confronto tra elettrocoagulazione e terapia laser

L'uso di un laser, in contrasto con l'elettrocoagulazione, consente di influenzare il tessuto patologico con una precisione molto elevata. Allo stesso tempo non ci sono danni alle cellule sane circostanti e dolore prolungato nel periodo di recupero. Il processo di guarigione è molto più veloce e il rischio delle complicazioni sopra descritte viene ridotto molte volte. Con l'aiuto di un laser, è possibile il trattamento della couperosi e l'eliminazione delle macchie di pigmento.

Tuttavia, al momento di decidere se è meglio avere l'elettrocoagulazione o un laser, devono essere considerati i seguenti fattori:

  • L'uso ottimale della laserterapia è principalmente il trattamento di difetti che si trovano allo stesso livello della superficie della pelle (cheratosi seborroica, emangiomi, vene varicose, macchie pigmentate, piccoli papillomi piatti su larga scala, ecc.);
  • alto costo del trattamento con l'uso del laser.

Nonostante la disponibilità di un metodo laser più avanzato, l'elettrocoagulazione in cosmetologia rimane un metodo universale e popolare grazie alla sua efficienza, sicurezza, facilità d'uso e basso costo di attrezzature e procedure.

Elettrocoagulazione di talpe: prima e il risultato dopo 3 settimane